'

Font Size

Layout

Menu Style

Cpanel

Struttura in lamiera grecata e impermeabilizzazione sintetica - Superbac N

  • In condizioni termo-igrometriche dell'ambiente esterno, si consiglia di sigillare perfettamente i sormonti e le asole delle lamiere costituenti lo strato funzionale di supporto oppure applicare barriera al vapore.
  • Se la posa del pannello isolante termoacustico sarà realizzata direttamente sulla lamiera di copertura, prevedere idonea applicazione di primer al fine di migliorare l'adesivazione del pannello isolante che dovrà essere incollato mediante bitume ossidato a caldo nella misura di 1,5[Kg/m2] o collante sostitutivo del medesimo.
  • Posare lo strato di isolamento termoacustico costituito da pannelli rigidi di lana di vetro Isover SUPERBAC N Roofine, aventi le seguenti caratteristiche:
  1. totale assenza di materiale non fibrato;
  2. pannelli di dimensioni 1,20 x 1,00[m], rivestito su faccia con uno strato di ca 1,3 [Kg/m2] monoarmato con velo di vetroe con un film di polipropilene a finire;
  3. conduttività termica λD dichiarata alla temperatura media di 10°C pari a 0,037 [W/(m·K)];
  4. resistenza termica RD dichiarata alla temperatura media di 10°C dei pannelli non inferiore a 1,35/1,60/2,15/2,70/3,20/3,75/4,30 [(m2·K)/W] per uno spessore in opera di 50/60/80/100/120/140/160 [mm];
  5. resistenza a compressione per deformazione del 10% non inferiore a 50 [KPa];
  6. costante di attenuazione acustica (indice di valutazione a 500 [Hz]) non inferiore  115 [dB/m];
  7. calore specifico: 1030 [J/(Kg·K)];
  8. assorbimento all'acqua a breve periodo: WS (< 1 [Kg/m2]);
  9. reazione al fuoco: Euroclasse A2, S1-d0.
  • Qualora le esigenze lo richiedano (zone ventose, zone perimetrali della copertura), fissare meccanicamente i pannelli mediante idonei sistemi.
  • Applicare la membrana sintetica fissandola meccanicamente alla lamiera di copertura. La densità ed il numero di fissaggi necessari sono stabiliti progettualmente per ogni singolo caso in funzione delle caratteristiche fisiche della lamiera, della forma della copertura, del'altezza dell'edificio e della ventosità della zona
  • Sovrapporre i teli seguendo le indicazioni fornite dal produtttore degli stessi
  • Dopo aver pulito le linee di sovrapposizione, procedere con la saldatura delle giunzioni utilizzando erogatori manuali d'aria calda o, in alternativa, saldatrici automatiche
  • Al fine di limitare l'invecchiamento delle membrane, è consigliato la protezione mediante strato di ghiaino tondo lavato applicato con un sottostante elemento filtrante-drenante (TNT-geotessile)  

Struttura in lamiera grecata e impermeabilizzazione sintetica - Superbac N

  • In condizioni termo-igrometriche dell'ambiente esterno, si consiglia di sigillare perfettamente i sormonti e le asole delle lamiere costituenti lo strato funzionale di supporto oppure applicare barriera al vapore.
  • Se la posa del pannello isolante termoacustico sarà realizzata direttamente sulla lamiera di copertura, prevedere idonea applicazione di primer al fine di migliorare l'adesivazione del pannello isolante che dovrà essere incollato mediante bitume ossidato a caldo nella misura di 1,5[Kg/m2] o collante sostitutivo del medesimo.
  • Posare lo strato di isolamento termoacustico costituito da pannelli rigidi di lana di vetro Isover SUPERBAC N Roofine, aventi le seguenti caratteristiche:
  1. totale assenza di materiale non fibrato;
  2. pannelli di dimensioni 1,20 x 1,00[m], rivestito su faccia con uno strato di ca 1,3 [Kg/m2] monoarmato con velo di vetroe con un film di polipropilene a finire;
  3. conduttività termica λD dichiarata alla temperatura media di 10°C pari a 0,037 [W/(m·K)];
  4. resistenza termica RD dichiarata alla temperatura media di 10°C dei pannelli non inferiore a 1,35/1,60/2,15/2,70/3,20/3,75/4,30 [(m2·K)/W] per uno spessore in opera di 50/60/80/100/120/140/160 [mm];
  5. resistenza a compressione per deformazione del 10% non inferiore a 50 [KPa];
  6. costante di attenuazione acustica (indice di valutazione a 500 [Hz]) non inferiore  115 [dB/m];
  7. calore specifico: 1030 [J/(Kg·K)];
  8. assorbimento all'acqua a breve periodo: WS (< 1 [Kg/m2]);
  9. reazione al fuoco: Euroclasse A2, S1-d0.
  • Qualora le esigenze lo richiedano (zone ventose, zone perimetrali della copertura), fissare meccanicamente i pannelli mediante idonei sistemi.
  • Applicare la membrana sintetica fissandola meccanicamente alla lamiera di copertura. La densità ed il numero di fissaggi necessari sono stabiliti progettualmente per ogni singolo caso in funzione delle caratteristiche fisiche della lamiera, della forma della copertura, del'altezza dell'edificio e della ventosità della zona
  • Sovrapporre i teli seguendo le indicazioni fornite dal produtttore degli stessi
  • Dopo aver pulito le linee di sovrapposizione, procedere con la saldatura delle giunzioni utilizzando erogatori manuali d'aria calda o, in alternativa, saldatrici automatiche
  • Al fine di limitare l'invecchiamento delle membrane, è consigliato la protezione mediante strato di ghiaino tondo lavato applicato con un sottostante elemento filtrante-drenante (TNT-geotessile)  

Struture in lamiera grecata e impermeabilizzazione bituminosa - Superbac

  • In condizioni termo-igrometriche dell'ambiente esterno, si consiglia di sigillare perfettamente i sormonti e le asole delle lamiere costituenti lo strato funzionale di supporto oppure applicare idonea barriera al vapore
  • Se la posa del pannello isolante termoacustico sarà realizzata direttamente sulla lamiera di copertura,prevedere idonea applicazione di primer al fine di migliorare l'adesivazione del pannello isolante che dovrà essere incollato mediante bitume ossidato a caldo nella misura di 1,5 [Kg/m2] o collante sostitutivo del medesimo
  • Posare lo strato di isolante termoacustico costituito da pannelli rigidi in lana di vetro Isover SUPERBAC Roofine, aventi le seguenti caratteristiche:
  1. totale assenza di materiale non fibrato;
  2. pannello di dimensioni 1,20 x 1,00 [m], rivestito su una faccia con uno strato bituminoso di ca 1,3 [Kg/m2] monoarmato con velo di vetro e con un film di polietilene a finire;
  3. conduttività termica λD dichiarata alla temperatura media di 10°C pari a 0,037 [W/(M·K)];
  4. resistenza termica RD dichiarata alla temperatura media di 10°C dei pannelli non inferiore a 1,25/1,55/2,10/2,60/3,15/3,75/4,25 [(m2·K)/K] per uno spessore posato in opera di 50/60/80/100/120/140/160 [mm];
  5. resistenza a compressione per deformazione del 10% non inferiore a 50 [Kpa];
  6. costante attenuazione acustica (indice di valutazione a 500 [Hz]) non inferiore a 115 [dB/m];
  7. calore specifico: 1030 [J/Kg·K];
  8. assorbimento all'acqua a breve periodo: WS (< 1 [Kg/m2]).
  • Qualora le esigenze climatiche lo richiedano (zone ventose, zone perimetrali della copertura), fissare meccanicamente i pannelli mediante idonei sistemi
  • Applicare il primo strato dell'impermeabilizzazione, costituito da una membrana bituminosa prefabbricata elastoplastomerica armata con poliestere dello spessore di 4 [mm] Bituver POLIMAT 4 MM P, incollata a fiamma in aderenza totale sui pannelli isolanti. Risvoltare i teli sui rilievi verticali almeno 20 [cm] oltre il massimo livello previsto per le precipitazioni atmosferiche
  • Applicare il secondo strato dell'impermeabilizzazione, costituito da una membrana bituminosa prefabbricata elastoplastomericamerica armata con poliestere del peso di 4,5 [Kg/m2], rivestita con ardesia Bituver POLIMAT MINERAL 4,5 KG P
  • Incollare i teli a fiamma in aderenza totale, risvoltandoli sui verticali almeno 20 [cm] oltre il massimo livello previsto per le precipitazioni atmosferiche

Struture in lamiera grecata e impermeabilizzazione bituminosa - Superbac

  • In condizioni termo-igrometriche dell'ambiente esterno, si consiglia di sigillare perfettamente i sormonti e le asole delle lamiere costituenti lo strato funzionale di supporto oppure applicare idonea barriera al vapore
  • Se la posa del pannello isolante termoacustico sarà realizzata direttamente sulla lamiera di copertura,prevedere idonea applicazione di primer al fine di migliorare l'adesivazione del pannello isolante che dovrà essere incollato mediante bitume ossidato a caldo nella misura di 1,5 [Kg/m2] o collante sostitutivo del medesimo
  • Posare lo strato di isolante termoacustico costituito da pannelli rigidi in lana di vetro Isover SUPERBAC Roofine, aventi le seguenti caratteristiche:
  1. totale assenza di materiale non fibrato;
  2. pannello di dimensioni 1,20 x 1,00 [m], rivestito su una faccia con uno strato bituminoso di ca 1,3 [Kg/m2] monoarmato con velo di vetro e con un film di polietilene a finire;
  3. conduttività termica λD dichiarata alla temperatura media di 10°C pari a 0,037 [W/(M·K)];
  4. resistenza termica RD dichiarata alla temperatura media di 10°C dei pannelli non inferiore a 1,25/1,55/2,10/2,60/3,15/3,75/4,25 [(m2·K)/K] per uno spessore posato in opera di 50/60/80/100/120/140/160 [mm];
  5. resistenza a compressione per deformazione del 10% non inferiore a 50 [Kpa];
  6. costante attenuazione acustica (indice di valutazione a 500 [Hz]) non inferiore a 115 [dB/m];
  7. calore specifico: 1030 [J/Kg·K];
  8. assorbimento all'acqua a breve periodo: WS (< 1 [Kg/m2]).
  • Qualora le esigenze climatiche lo richiedano (zone ventose, zone perimetrali della copertura), fissare meccanicamente i pannelli mediante idonei sistemi
  • Applicare il primo strato dell'impermeabilizzazione, costituito da una membrana bituminosa prefabbricata elastoplastomerica armata con poliestere dello spessore di 4 [mm] Bituver POLIMAT 4 MM P, incollata a fiamma in aderenza totale sui pannelli isolanti. Risvoltare i teli sui rilievi verticali almeno 20 [cm] oltre il massimo livello previsto per le precipitazioni atmosferiche
  • Applicare il secondo strato dell'impermeabilizzazione, costituito da una membrana bituminosa prefabbricata elastoplastomericamerica armata con poliestere del peso di 4,5 [Kg/m2], rivestita con ardesia Bituver POLIMAT MINERAL 4,5 KG P
  • Incollare i teli a fiamma in aderenza totale, risvoltandoli sui verticali almeno 20 [cm] oltre il massimo livello previsto per le precipitazioni atmosferiche

Strutture in latero-cemento (18+4 [cm]) - Superbac

Formare sulla soletta portante un massetto in malta cementizia, con pendenze del 2÷4%, in modo da garantireun efficace smaltimento delle acque.

Stendere a spruzzo o a pennello, ad esclusione delle zone dove saranno posati in modo geometricamente corretto gli aeratori, una mano di primer bituminoso "Bituver ECOPRIVER" in quantità non inferiore a 300 [g/m2].

Posare a secco uno strato di diffusione del vapore costituito da un velo di vetro bitumato forato "Bituver BITUMAT V12" forato con le giunzioni longitudinali e trasversali perfettamente accostate. Predisporre degli aeratori, nella misura compresa tra uno ogni 15÷40 [m2] in funzione delle condizioni termoigrometriche dell'ambiente sottostante la copertura, posandoli al di sopra dello strato di diffusione.

Applicare una barriera al vapore costituita da una membrana bituminosa armata con velo di vetro e lamina di alluminio "Bituver TENDER ALUVAPOR", saldandola a fiamma sullo strato funzionale della copertura avendo cura di ancorare la membrana in aderenza totale in prossimità dei fori dello strato di diffusione.

Posare lo strato di isolante termoacustico, costituito da pannelli rigidi in lana di vetro "Isover SUPERBAC Roofine", realizzate con fibre Roofine crepee' e aventi caratteristiche seguenti:

  1. totale assenza di materiale non fibrato;
  2. pannelli di dimensioni 1,20x1x00 [m], rivestito su una faccia con uno strato bituminoso di ca 1,3 [Kg/m2] monoarmato con velo di vetro e con un film di polipropilene a finire;
  3. conduttività termica λD dichiarata alla temperatura media di 10 °C pari a 0,037 [W/(m·K)];
  4. resistenza termica "RD" dichiarata alla temperatura media di 10 °C dei pannelli non inferiore a 1,25/1,55/2,10/2,60/3,15 [(m2·K)/W] per uno spessore posato in opera di 50/60/80/100/120 [mm];
  5. resistenza a compressione per deformazione del 10% non inferiore a 50 [KPa];
  6. costante di attenuazione acustica (indice di valutazione a 500 [Hz]) non inferiore a 115 [dB/m];
  7. calore specifico: 1030 [J/Kg·K];
  8. assorbimento all'acqua a breve periodo: WS (<1 [Kg/m2]).

Incollare i pannelli con bitume ossidato a caldo "Bituver BITUMOX" (in quantità non inferiore a 1,2 [Kg/m2]) oppure con un mastice bituminoso "Bituver BITUMASTIC" (in quantità non inferiore a 1,5 [Kg/m2].

Applicare il primo strato dell'impermeabilizzazione, costituito da una membrana bituminosa prefabbricata elastoplastomerica armata con poliestere di 4 [mm] "Bituver POLIMAT 4 MM P", incollata in aderenza totale sui pannelli isoloanti. Risvoltare i teli sui rilievi verticali almeno 20 [cm] oltre il massimo livello previsto per le precipitazioni atmosferiche.

Applicare il secondo strato dell'impermeabilizzazione, costituito da una membrana bituminosa prefabbricata elastoplastomerica armata con poliestere del peso di 4,5 [Kg/m2], rivestita con ardesia "Bituver POLIMAT MINERAL 4,5 KG P".

Incollare i teli a fiamma in aderenza totale, risvoltandoli sui verticali almeno 20 [cm] oltre il massimo livello per le precipitazioni atmosferiche.


Scheda tecnica: SUPERBAC Roofine

Sei qui: Home Pitture Per esterni Vernici per usi speciali Isolamento termico Struttura in lamiera grecata e impermeabilizzazione sintetica - Superbac N